1984: Anno Mich(a)elis

liam-mckay-QYeEoTv6Gbw-unsplash
Photo by Liam McKay on Unsplash

Il calcio alle Olimpiadi è, si sa, uno sport minore. Non nel senso di poco noto o seguito, che trova proprio ai Giochi modo di mettersi in mostra e farsi conoscere. Lo è semplicemente perché le Olimpiadi non sono nate  per ospitarlo: a lungo si è dibattuto sulla legittimità del suo inserimento, avvenuto già nel 1912, rispetto a discipline come l’atletica e il carattere di dilettantismo che ne circondava l’ambiente all’inizio del secolo. Questo status è rimasto pressoché invariato nonostante l’allargarsi del bacino olimpico nel corso delle varie edizioni, con sport aggiunti e riconosciuti di edizione in edizione.
L’istituzione della Coppa del Mondo nel 1930 e l’evolversi dell’ambiente calcistico hanno poi dato a questo sport un percorso internazionale che ben si distacca dalle Olimpiadi, facendone una realtà sportiva, economica e legale a sé stante. Subito dietro vengono altre discipline come il tennis, l’atletica e il nuoto, ma è indubbio che ciò sia avvenuto con un certo scarto temporale e dinamiche differenti.
Eppure le Olimpiadi hanno fatto spesso da trampolino di lancio non solo per singoli giocatori, ma anche per intere squadre o realtà calcistiche, di cui hanno inaugurato o confermato le prestazioni internazionali.
È il caso della grande Polonia degli anni ’70, sul podio per ben due volte (oro e argento) a Monaco 1972 e Montréal 1976, cornice del bronzo ai Mondiali di Germania 1974; della nazionale giapponese femminile argento nel 2012 a Londra, dopo il mondiale vinto nel 2011 in Germania e prima dell’argento a Canada 2015. Senza dimenticare l’Italia, che può contare un oro a Berlino 1936 (tra i due mondiali di Pozzo, 1934 e 1938) e due bronzi: Amsterdam 1928 e soprattutto Atene 2004, sotto la guida di Claudio Gentile.
Così è avvenuto anche l’11 Agosto 1984 al Rose Bowl di Pasadena.
A Los Angeles 1984 l’oro va alla nazione consacratasi regina d’Europa meno di due mesi prima a Parigi: sul gradino più alto del podio ci sale infatti la Francia battendo il Brasile per 2-0.
Una sfida che fa da pennellata aggiunta al bel quadro del calcio francese di quegli anni, già quarto a Spagna 1982, campione europeo e destinato al bronzo a Messico 1986. E proprio in Messico ci andranno alcuni giovani iridati di Los Angeles, come William Ayache, Michel Bibard, Daniel Xuereb, Albert Rust e soprattutto il loro allenatore, Henri Michel.
Scomparso il 24 Aprile 2018, Henri è stato capitano e bandiera del FC Nantes (sedici stagioni complessive, 1966-1982), e della nazionale maggiore (1969-1980). Da giocatore, come centrocampista e negli ultimi anni come libero, ha vinto tre campionati francesi e una coppa di Francia.
Come allenatore, l’oro di quel giorno d’Agosto a Los Angeles è il coronamento dell’incarico di due anni e la prova definitiva della legittimità della sua missione successiva: allenare la nazionale francese in vista del Mondiale in Messico.
Raccoglie il testimone direttamente da Michel Hidalgo, suo allenatore e mentore, proprio dopo la vittoriosa spedizione olimpica e la fine del mandato di Hidalgo a capo della Nazionale con la vittoria all’Europeo casalingo.
Un passaggio quasi naturale, dopo dieci anni di lavoro su un cambio generazionale e di mentalità agonistica di cui lo stesso Henri Michel ha fatto parte e che lo vedrà guidare alcuni giovani di Los Angeles, più alcuni suoi vecchi compagni, al bronzo Mondiale. Tra loro anche Michel Platini, Le Roi indiscusso dell’Europeo.
Tre grandi Messieurs uniti dallo sport, da una strana ripetizione nel nome, dagli anni dell’ascesa del calcio francese – di cui quel 1984 è simbolo.
Insomma: 1984, Anno Mich(a)elis.

Miss Verde

Autore: Micky

"A Most Peculiar Mademoiselle" TV Programming Assistant Hufflepuff Travelling Bookworm Musical Theatre Geek Vintage Football Nerd Occasional Writer on Goldmund Unbound and §Tristan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...